Legal English – Peter’s Pills – Lesson 44 – Gazumping and Gazundering

Legal English for Notaries - By Federnotizie

Gazumping and Gazundering

Transcript:

Hello!

Today we are in England to we meet John and Mary.

John puts his home up for sale for £500,000. Mary visits the home, loves it and agrees to buy it for £500,000. They shake hands and smile.

Mary immediately calls her lawyer who does various property searches for her (£1,300). She also engages (ingaggia) a surveyor (geometra) who does a physical inspection of the property and writes a favourable report (£750), and a bank who agrees to give her a loan (booking fee: £150 and valuation fee: €500).

Three weeks later John meets Henrietta. He tells her that he is selling his home to Mary for £500,000.

Continua a leggere

Golden Power: questioni applicative

 

di Filippo Zabban

1. Introduzione

Per golden powers si intendono gli speciali poteri attribuiti allo Stato, e in particolare al Governo, (i) di opporsi o di dettare specifiche condizioni all’acquisito di partecipazioni, nonché (ii) di porre il veto o di dettare specifiche condizioni e prescrizioni all’adozione di determinate delibere societarie, atti e operazioni, allo scopo di salvaguardare (i) gli assetti proprietari delle società operanti in settori reputati strategici e di interesse nazionale e (ii) la titolarità e la disponibilità degli assets detenuti da tali società.

Tali poteri sono disciplinati, in via prevalente, dal D.L. 15 marzo 2012, n. 21 (conv. con modif. dalla L. 11 maggio 2012, n. 56), nel quale sono definiti, anche mediante il rinvio a fonti di normazione secondaria, l’ambito oggettivo e soggettivo, l’estensione, le condizioni e le procedure di esercizio da parte dello Stato dei suddetti poteri speciali[1].

Si tratta, segnatamente, di poteri esercitabili nei settori della difesa e della sicurezza nazionale, in taluni ambiti di rilevanza strategica relativi ai settori dell’energia, dei trasporti e delle comunicazioni, nonché negli ulteriori settori individuati mediante norme regolamentari fra quelli indicati all’articolo 4, paragrafo 1, del regolamento (UE) 2019/452. Specifici poteri sono stati introdotti anche con riferimento alle operazioni che incidono sulle reti di telecomunicazione elettronica a banda larga con tecnologia di quinta generazione (5G), non oggetto delle presenti note. Continua a leggere

Welfare aziendale e fringe benefits negli studi notarili

A cura di Massimo D’Amore
notaio in Vaprio d’Adda

L’espressione “Welfare aziendale” indica l’insieme delle iniziative che il datore di lavoro può intraprendere per migliorare la qualità della vita dei propri dipendenti e di conseguenza rendere più appetibile il posto di lavoro.

Le forme che può assumere il welfare aziendale sono le più varie: assicurazione medica per il dipendente e per la sua famiglia, auto, telefono e computer aziendali, asili nido aziendali e via dicendo.

Volendo limitare la nostra indagine a ciò che accade negli studi notarili non possiamo non riconoscere che “grazie” al COVID la stragrande maggioranza dei nostri studi ha per la prima volta sperimentato lo smartworking che, fino al 31 dicembre 2022, può essere concesso in modalità semplificata e senza obbligo di accordi individuali.

Non sono reperibili fonti affidabili sui numeri che lo smartworking ha avuto nel nostro settore da marzo 2020 ad oggi ma, se da un lato pare sicuro un certo ridimensionamento del fenomeno dopo la fase acuta della pandemia, sarebbe miope non pensare al fatto che la possibilità di lavorare da casa alcuni giorni alla settimana possa rappresentare per i dipendenti un fattore determinante per la scelta dello studio in cui lavorare.

Continua a leggere

Legal English – Peter’s Pills – Lesson 43 – English words that the English do not understand

Legal English for Notaries - By Federnotizie

English words that the English do not understand

Transcript:

Hello!

Today we will look at some words that Italian people have borrowed from English, but which are used in a way that native English speakers would not easily understand. In bold is what you should say if want a native English speaker to understand you:

  • Basket – The sport is called basketball in English. We use a basket” for picnics. If you say “Do you want to play basket?” We will understand “Do you want to play cestino?” You should say “Do you want to play basketball?“;
  • Bar – The Italian “bar” is similar to an English “café“. For us a “bar” means a “pub” where coffee and tea are not served. If you say “Let’s go to the bar for breakfast”, I presume we will have beer and fish and chips;
  • Block-notes or Bloc-notes – In English we call it a notepad;
  • Body rental – Is a temporary staffing firm when referred to the company offering temporary staff, or temporary staff if referring to the person who is filling a temporary position;
  • Box – “Box” means “scatola” in English. A car is parked in a garage;
  • Box docciashower cubicle;
  • Cotton fioc – We say Cotton bud (UK) or cotton swab (USA);
  • Un discount – A Hard-discount supermarket. “Discount” only means “sconto” in English;
  • Una fiction – A miniseries. “Fiction” means “storia o racconto di fantasia” in English;
  • Un talent – A talent show. “Talent” means “talento” in English;
  • Un golf – A sweater or a jumper or a jersey. “Golf” is a sport in the UK and USA;
  • Un Mister – A football coach;
  • Un night – A nightclub. On its own “night” only means notte in English;
  • Un residence – A residencial hotel, a residency hotel or an extended stay hotel;
  • Un happy hour – A happy hour is a time when drinks are sold cheaply, or half price, in a bar to encourage drinking and to get the bar full earlier. There is no equivalent for what Italians take to mean as “apericena”. At a Happy Hour in the UK or USA you drink a lot and pay very little. At a Happy Hour in Italy you drink very little and eat a lot!;
  • Fare footingGo jogging. “Footing” in English means “appoggio per i piedi“;
  • Plum cakeLoaf cake. For us a plum cake means “torta di prugne“;
  • PullmanLuxury bus or coach;
  • PungiballPunching bag or punching ball;
  • Sexy shopSex Shop. “Sexy shop” to us would mean that the shop, itself, is very sexy (che il negozio stesso è sexy e affascinante);
  • Social – We say Social network;
  • Fare un po’ di social – to go onto social networking sites for a while;
  • lo SmartworkingWorking from home or Remote working. We have no idea what you mean if you say “He is in smartworking”. Please say “He is working from home“;
  • SpotTV advert. For us “spot” means macchia;
  • StageInternship. “Stage” means “palcoscenico; palco“. Fare uno stageto do an internship;
  • Un ticketpay the cost associated to a National Health Care System service;
  • TightMorning Suit or Morning Dress;
  • Un trolleyRoller bag or Suitcase with wheels. Trolley means “carrello da supermercato o da trasporto” in English, So if you say “I’ll take a trolley on my trip”, we understand that you will be using a supermarket trolley, like a homeless person;
  • TutorSpeed camera or Traffic enforcement camera;
  • WaterWater closet or W.C. or toilet. “Water” on its own only means “acqua“;
  • Un WriterGraffiti writer or Graffiti artist;
  • Un Babykiller or Baby KillerJuvenile murderer. If you say “baby killer” an English speaker would understand “a person who kills babies”.

Continua a leggere

Operazione straordinaria di scissione e abuso del diritto nei documenti di prassi dell’amministrazione finanziaria

di Alberto Picarello
Dottore commercialista, partner di Lawal Società tra Avvocati Società Benefit S.r.l..
Si ringrazia l’avv. Vittoria Fattori per il prezioso contributo apportato alla stesura del presente articolo

1. Evoluzione normativa e giurisprudenziale in materia di abuso del diritto

Prima di analizzare i casi pratici tratti dalla prassi dell’Amministrazione Finanziaria in tema di operazioni straordinarie di scissione, è opportuno effettuare un breve excursus sull’evoluzione normativa della disciplina della materia; ciò a cominciare dalla considerazione per cui solo con l’introduzione dell’art. 10 della legge 408 del 1990, l’ordinamento giuridico italiano si è dotato di una disposizione antielusiva vera e propria.

Per colmare la lacuna normativa appena evidenziata, negli anni ‘70 e ’80 parte della dottrina aveva sostenuto l’applicabilità, anche in sede tributaria, dell’art. 1344 c.c. sulla illiceità della causa dei contratti stipulati in “frode alla legge, in quanto contrari a norme imperative[1]. Soluzione in realtà non idonea a contrastare l’elusione, poiché la dichiarazione di nullità degli atti da parte dell’Amministrazione finanziaria non consentiva alla medesima alcuna riqualificazione dei contratti atta a recuperare a tassazione gli importi evasi[2].

Precisato ciò, al citato art. 10 della legge 408 del 1990 seguì, con il D. lgs. 358/1997, l’introduzione dell’art. 37-bis d.p.r. 600/1973, che ribadì la struttura dell’originaria norma antielusiva, sia pure con un elenco più ampio delle operazioni a tal fine rilevanti, limitando l’applicazione della disciplina in esame alle imposte sul reddito; iii) per quanto riguarda la formulazione, fu enunciato in modo da sostituire l’avverbio “fraudolentemente”, con la formula concernente gli atti, fatti o negozi “diretti ad aggirare obblighi o divieti previsti dall’ordinamento tributario e ad ottenere riduzioni di imposte o rimborsi altrimenti indebiti” ; iv) introdusse la previsione dell’inopponibilità (inefficacia relativa) degli atti nei confronti dell’Amministrazione finanziaria; v) introdusse il concetto in base al quale le operazioni, per essere elusive dovessero essere prive di “valide ragioni economiche”; vi) dispose la “deduzione” delle imposte già pagate; vi) inserì tra gli atti inopponibili al Fisco non solo quelli privi di valide ragioni economiche ed aventi il fine di ottenere un risparmio d’imposta, ma anche quelli diretti più specificamente ad aggirare obblighi o divieti previsti dall’ordinamento giuridico tributario[3].

Continua a leggere

L’osservatore romano

Perché un organo collegiale quale il Consiglio Nazionale del Notariato possa operare con successo è necessario un equilibrato cocktail di qualità.

Tra queste la più imponderabile è la fortuna.

Coloro che sedevano in via Flaminia all’epoca del Ddl concorrenza o dell’emendamento Lulli, ma anche chi ha assistito al 56° Congresso non ha potuto fare a meno di pensare che questo è un Consiglio Nazionale molto fortunato.

Il clima respirato a Roma è parso sereno come da tempo non accadeva. Gli attestati di stima e riconoscenza da parte della politica sono stati un concerto particolarmente compatto. Anche i vecchi frequentatori di queste riunioni, abituati a discorsi di apparente apprezzamento, non hanno potuto fare a meno di notare come questa volta ci fosse una complessiva sensazione di maggior sincerità.

Pare proprio che per questa legislatura il Notariato potrà lavorare senza sentirsi sotto attacco.

Continua a leggere

56°Congresso Nazionale del Notariato: il discorso del Presidente di Federnotai, Edoardo Rinaldi

IncipitCare Colleghe, Cari Colleghi, Gentile Presidente del Consiglio Nazionale del Notariato, Gentile Presidente della Cassa, Gentile Presidente del Comitato Ordinatore del Congresso.

Edoardo Rinaldi - Presidente Federnotai

Edoardo Rinaldi – Presidente Federnotai

Il Notariato attraversa un momento di cambiamento.

Abbiamo sinora avuto un periodo altamente positivo, di grandi soddisfazioni.

Nell’ultimo anno sono aumentate le compravendite e le operazioni societarie: i dati della Cassa legittimano questo risultato.

Abbiamo avuto in questi giorni attestati di grande stima da tutti i politici presenti che hanno tessuto grandi lodi alla nostra attività. Ci sono state prese di posizione rilevanti in tema di riconoscimento della nostra peculiarità nell’ambito professionale, conferma delle nostre competenze. Si è parlato con grande apertura del principio di un compenso equo e si è detto come la nostra professione non deve essere soggetta all’autorità su concorrenza e mercato. Esattamente quello che abbiamo sempre desiderato sentire.

Continua a leggere

Legal English – Peter’s Pills – Lesson 42 – Easement vs Profit à prendre

Legal English for Notaries - By Federnotizie

Easement vs Profit à prendre

Transcript:

Hello!

Today we look at two interesting concepts in Land Law, namely an easement (servitù) and a profit à prendre (a volte servitù, o licenza, o usi civici).

Easements may arise (verificarsi) when you want to use another person’s land for a specific purpose, e.g., as a right of way for people, for telephone lines, gas pipelines, sewers (fognature), or for storage (stoccaggio).

Continua a leggere

TAIC: i modelli standard di fideiussione e polizza assicurativa

1. Introduzione

Dopo anni di attesa (e l’inutile decorso di termini più volte prorogati):

a) nella Gazzetta Ufficiale del 24 agosto 2022 n. 197, è stato pubblicato il decreto del Ministero della Giustizia 6 giugno 2022 n. 125, contenente il modello standard di garanzia fideiussoria relativa al trasferimento della proprietà o di altro diritto reale di godimento su un immobile da costruire, ai sensi dell’art. 3, comma 7-bis, d.lgs. 122/2005 (aggiunto dall’art. 385, comma 1, lett. d, d.lgs. 14/2019);

b) nella Gazzetta Ufficiale del 21 ottobre 2022 n. 247, è stato pubblicato il decreto del Ministero dello Sviluppo economico 20 luglio 2022, n. 154, recante il contenuto, le caratteristiche e il modello standard di polizza assicurativa indennitaria decennale, ai sensi 4, comma 1-bis, d.lgs. 122/2005 (aggiunto dall’art. 385, comma 1, lett. d, d.lgs. 14/2019).

Articolo a cura di Jacopo Balottin, notaio in Castiglione delle Stiviere

Testo della relazione tenuta all’incontro di studio presso il Consiglio notarile di Mantova il 26 ottobre 2022

Continua a leggere

Le Sezioni Unite si pronunciano sulla natura giuridica della comunione de residuo

La Corte di Cassazione Sez. Unite con la Sentenza n. 15889 del 17/5/2022 (.PDF) ha stabilito che, nel caso di scioglimento della comunione legale, i beni ricompresi nell’azienda costituita dopo il matrimonio da uno solo dei coniugi entrano a far parte della cd. “comunione de residuo”, che attribuisce all’altro coniuge non un diritto reale sulla quota di metà dei beni stessi bensì un mero diritto di credito, pari alla metà del valore dell’azienda stessa determinato al momento della cessazione del regime patrimoniale legale e al netto delle eventuali passività esistenti alla medesima data.

La vicenda

Due coniugi si trovano in regime di comunione legale dei beni. Dopo il matrimonio il marito inizia la gestione di un’impresa individuale artigiana.

Successivamente, con atti notarili distinti, il marito acquista terreni edificabili e la moglie interviene per dichiarare che quanto acquistato dal marito non rientra nella comunione legale dei beni, in quanto necessario per l’esercizio della professione del coniuge ai sensi dell’art. 179 lettera d) c.c.

Solo nell’ultimo atto viene specificato che l’immobile è acquistato da entrambi i coniugi in regime di comunione legale dei beni.

Continua a leggere

Prime note in tema di titolo esecutivo notarile dopo il D.Lgs. 149/2022

Il testo della Legge Delega

L’art. 1, comma 12 della legge delega al Governo per la riforma del processo civile (legge 26 novembre 2021 n. 206) nel fissare i principi e criteri direttivi per la riforma del processo di esecuzione ha previsto, con particolare riguardo alla copia esecutiva, la sostituzione dell’iter di rilascio della formula esecutiva con la mera attestazione di conformità della copia al titolo originale.

Più precisamente al legislatore delegato è stato affidato il compito di “ a) prevedere che, per valere come titolo per l’esecuzione  forzata, le sentenze e gli altri provvedimenti dell’autorità giudiziaria e gli atti ricevuti da notaio o da altro pubblico ufficiale devono essere formati in copia attestata conforme all’originale, abrogando le disposizioni del codice di procedura civile e le altre disposizioni legislative che si riferiscono alla formula esecutiva e alla spedizione in forma esecutiva;”.

Continua a leggere

Legal English – Peter’s Pills – Lesson 41 -er, -or and -ee names

Legal English for Notaries - By Federnotizie

-er, -or and -ee names

Transcript:

Hello!

Names with reciprocal opposite relationships are often indicated by -er/-or and -ee endings in Legal English.

Generally the party who “does” or “gives” ends in -er/-or, while the party who “receives” ends in -ee. So, for example, an Employer is someone who gives employment to another person known as an Employee.

Lets look at some more common examples like this:

Assignor is a party who assigns or transfers something to another party.

Assignee is the party to whom something is assigned.

Continua a leggere

Disciplina fiscale dei trust ai fini dell’imposizione diretta e indiretta

Pubblichiamo per tempestiva informazione la Circolare n° 34/E dell’Agenzia delle Entrate sulla “Disciplina fiscale dei trust ai fini della imposizione diretta e indiretta – Articolo 13 decreto legge 26 ottobre 2019, n. 124, convertito con modificazioni dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157 – decreto legislativo 31 ottobre 1990, n. 346 – Recepimento dell’orientamento della giurisprudenza di legittimità” (.PDF).

 

 

Incostituzionale l’esclusione della doppia esenzione IMU per coniugi o uniti civilmente che vivono in abitazioni diverse

L’esenzione dall’IMU per l’abitazione principale è disciplinata dal comma 741 dell’art. 1 L. 160/2019.

Il primo periodo della lettera b) di tale comma precisa che «Per abitazione principale si intende l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e i componenti del suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente».

Il secondo periodo del medesimo comma 741 lettera b), come modificato dall’art. 5-decies D.L. 146/2021, convertito con modificazioni con L. 215/2021, disciplina, poi, il caso dei componenti di un medesimo nucleo familiare aventi dimora abituale e residenza anagrafica in immobili diversi.

A seguito della modifica normativa del 2021 (di cui si era già parlato, sollevando dubbi di legittimità costituzionale, in un precedente contributo: “Novità in materia di IMU per i componenti di un medesimo nucleo familiare“), tale norma dispone che «Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale o in comuni diversi, le agevolazioni per l’abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile, scelto dai componenti del nucleo familiare».

Continua a leggere

Legal English – Peter’s Pills – Lesson 40 – The Objects Clause

Legal English for Notaries - By Federnotizie

The Objects Clause

Transcript:

Hello!

Before the Companies Act 2006 (CA 2006), every company was required to include an objects clause (oggetto sociale) in its memorandum of association (atto costitutivo). This objects clause set out the purpose for which the company was formed and limited the activities of the company to those set out (stabilite) in its objects clause. Any transaction that fell outside the objects clause was ultra vires, which means “outside the capacity of the company”, and therefore void (nulla). Today UK companies are no longer required to have an objects clause.

Continua a leggere