Società benefit: vademecum pratico per comprendere le “società del futuro”

Sommario

  1. Introduzione e storia delle società benefit
  2. Caratteristiche delle società benefit
  3. Appunti pratici per l’acquisto della qualifica di società benefit

La qualifica di società benefit è stata introdotta nell’ordinamento italiano con la Legge 29 dicembre 2015, n.208 (Legge di Stabilità 2016) all’Art. 1, comma 376 e ss. L’Italia è stato il primo ordinamento a recepire il modello giuridico ideato negli Stati Uniti.

Continua a leggere

Scambio di corrispondenza – Cassazione Ordinanza 26 luglio 2018, n. 19799

L’ordinanza della Corte di Cassazione del 26 luglio 2018 n. 19799, secondo cui vi è scambio di corrispondenza anche quando proposta e accettazione siano intervenute tra presenti, esprime alcune conclusioni sull’istituto della c.d. enunciazione che meritano di essere segnalate per la ricorrenza della fattispecie nella pratica dell’attività notarile e costituisce anche occasione per accennare, senza alcuna pretesa di scientificità, agli altri e più moderni strumenti per attribuire ai documenti scambiati tra le parti una data certa[1].

di Ruben Israel Notaio in Milano Continua a leggere

Terzo Settore – Integrazioni e correzioni dei decreti legislativi n. 112 e n. 117 del 3 luglio 2017

I Decreti Legislativi ad integrazione e correzione di quelli n. 112/2017 in materia di impresa sociale e n. 117/2017 portante il Codice del Terzo Settore, sono stati approvati.

Il primo decreto è del giorno 20 luglio 2018 n. 95 pubblicato Gazzetta Ufficiale n. 185 del 10 agosto, il secondo decreto è del 3 agosto 2018 n. 105, pubblicato Gazzetta Ufficiale n. 210 del 10 settembre 2018.

Entrambi sono entrati in vigore il giorno successivo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Continua a leggere

Donazione di nuda proprietà di portafoglio titoli con (riserva di) usufrutto rotativo

Sommario 1) Introduzione; 2) In generale: la funzione del trasferimento di beni riservando al costituente l’usufrutto; 3) L’oggetto del diritto; 4) La rotatività e la surrogazione reale; 5) Impossibilità (e rischi) di ricorrere ai meccanismi del c.d. quasi usufrutto; 6) L’individuazione iniziale dei singoli beni contenuti nel portafoglio; 7) Indicazioni operative.

di Ruben Israel notaio in Milano Continua a leggere

L’equivalenza contabile della fusione per incorporazione diretta ed inversa

Negli ultimi anni si è fatto ricorso con una certa frequenza alle operazioni di fusione per incorporazione “inversa” attraverso le quali una società controllata incorpora la propria controllante. La diffusione dell’istituto è anche da ricollegarsi al crescente ricorso ad operazioni di acquisizione con indebitamento (con termine anglofono note come leverage buy out), attraverso un veicolo societario, spesso di nuova costituzione, che attinge capitale di debito dal sistema finanziario per acquisire il controllo di una società ‘obiettivo’ preesistente ed operativa.

di Luca Magnano San Lio
Socio KPMG S.p.A. Dottore commercialista e revisore legale
Continua a leggere

Lo stallo decisionale in ambito societario e la “Russian Roulette Clause”

Accade di frequente che due soggetti decidano di intraprendere un’attività economica in comune, ripartendo il capitale sociale in misura paritetica tra loro e spesso affiancando alla partecipazione al capitale anche un coinvolgimento diretto nella gestione dell’impresa, ad esempio nominando un Consiglio di Amministrazione composto da un numero paritetico di membri, nominati pro quota, oppure entrando essi stessi a far parte dell’organo amministrativo.

Una società così strutturata è destinata a funzionare fino a quando gli azionisti concordino sulle strategie aziendali. In caso però di dissidio insanabile, il rischio è che la società entri in una situazione di stallo (quello che gli anglosassoni comunemente definiscono “deadlock” – punto morto).

Diventa allora importante non solo prevedere l’eventuale situazione di contrasto, ma anche contemplare e regolamentare possibili rimedi per uscire dalla situazione di stallo, al solo scopo di preservare la funzionalità e la continuità dell’impresa. Continua a leggere

Enigmistica per notai sotto l’ombrellone

Anche quest’anno la redazione di Federnotizie si concede una pausa estiva. Per non lasciarvi del tutto, però, abbiamo preparato alcuni cruciverba e rebus, studiati apposta per voi, da completare in tutto relax quando avrete staccato con il lavoro. Provate a cimentarvi e vediamo se siete davvero preparati.

Buona pausa estiva da parte di tutta la redazione di Federnotizie!

Buon divertimento.
Continua a leggere

La nullità degli atti negoziali per violazione delle norme in materia urbanistica ed edilizia

NULLITA’ FORMALE O NULLITA’ SOSTANZIALE?

CONSIDERAZIONI SUL TEMA IN ATTESA DELLA DECISIONE DELLE SEZIONI UNITE DELLA CASSAZIONE

Riflessioni a margine dell’ordinanza n. 20061/18 del 9 gennaio 2018 della Seconda Sezione Civile della Corte di Cassazione di rimessione degli atti alle Sezioni Unite. Continua a leggere

LO “SPLIT PAYMENT” NON SI APPLICA AI LIBERI PROFESSIONISTI

L’articolo 12 del D.L. n. 87 del 12 luglio 2018 (in tema di Disposizioni urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese), pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.161 del 13 luglio 2018 ed in vigore dal 14 luglio 2018, ha modificato la disciplina dello “split payment”, così come prevista dall’art. 17-ter del D.P.R. 26 ottobre 1972 n. 633, con riferimento all’applicabilità della norma in questione ai liberi professionisti. Continua a leggere

Il riacquisto di un’abitazione in nuda proprietà non evita la decadenza dalla agevolazioni “prima casa”

Con sentenza n 17148 del 28 giugno 2018 la Corte di Cassazione, Quinta Sezione Civile, interviene in materia di decadenza dalle agevolazioni per l’acquisto della “prima casa”.

Nel caso sottoposto all’esame dalla Corte un contribuente, dopo aver alienato prima del decorso di cinque anni un immobile comprato usufruendo della tassazione agevolata per l’acquisto della “prima casa”, aveva provveduto a riacquistare, entro un anno dall’avvenuta rivendita, una quota indivisa della nuda proprietà di altro immobile abitativo reiterando la richiesta di applicazione delle agevolazioni per l’acquisto dell’abitazione principale. Continua a leggere

Conferimento di criptovaluta in sede di aumento di capitale

Si torna a parlare di criptovalute.

Il Tribunale di Brescia – Sez specializzata in materia di Imprese con Decreto n. 7556/2018 (RG n. 2602) del 18 luglio 2018 ha rigettato il ricorso di una Società contro il rifiuto del notaio di provvedere all’iscrizione nel Registro delle Imprese di una delibera di aumento del capitale sociale con conferimento di criptovaluta. Continua a leggere