Nanismo, bulesumme e intelligenza artificiale

Approfitto senza ritegno dell’ormai ultraventennale ospitalità di Federnotizie per concedermi due bordi nel divertente bulesumme (*) che ha fatto seguito all’impiego da parte di Antonio Teti del termine nanismo. Il motore di ricerca della Rivista propone in verità un’altra occorrenza del 2019, ma è solo uno scherzo dell’informatica: lì la parola era onanismo, impiegata da Antonio di Lizia (e da chi, altrimenti?).

Dichiaro senza diplomazia alcuna la mia posizione. Penso che le evoluzioni sociali e tecnologiche possano in effetti travolgere il notariato, ma sono ancor più convinto che la categoria possegga tutti gli atout per essere parte attiva del processo e cavalcare la tigre senza finire sbranata. Purché di parte attiva si tratti, per l’appunto.

Credo che pochi tra noi si dichiarerebbero in disaccordo, teoricamente, ma quando si viene al dunque, la musica cambia. Da anni faccio collezione di arrabbiature nelle riunioni notarili europee, quando constato la totale assenza di interesse di molte delegazioni a una reale cooperazione transfrontaliera. Che ognuno riceva i suoi atti; che i tedeschi non pensino di stipulare tra connazionali in Costa Brava (c’è un mercato…), e che i polacchi non provino neppure a domandare l’intavolazione di un legato in Germania. Intendiamoci: nessuno pensa che un notaio sloveno possa operare in autonomia sul mercato italiano; occorre una specifica competenza sulla normativa locale. Si parla, piuttosto, di un agire coordinato di notai appartenenti a tutte le giurisdizione interessate. Continua a leggere

Nanismo, bulesumme e intelligenza artificiale ultima modifica: 2022-01-14T08:30:42+01:00 da Redazione Federnotizie

Dizionario Francese-Inglese dei termini immobiliari

Ci ha accompagnato per tutto il 2021 ogni altro mercoledì, ma oggi Peter si gode una meritata vacanza.

Dizionario dei termini immobiliari Francese-InglesePer non lasciare, questo mercoledì, a bocca asciutta i lettori interessati a migliorare la loro padronanza delle lingue straniere nella professione e per gentile concessione dell’autrice Carleta-Steluta Calin, Terminologist and Language Teacher al Dawson College, pubblichiamo (in download in formato .PDF, cliccando sull’immagine o sul link) un dizionario Francese – Inglese di termini utili nella contrattazione immobiliare.

 

Continua a leggere

Dizionario Francese-Inglese dei termini immobiliari ultima modifica: 2022-01-05T08:30:47+01:00 da Redazione Federnotizie

Proroga delle agevolazioni per gli under 36

L’articolo 62 della legge di bilancio 2022, approvata in via definitiva alla Camera il 30 dicembre 2021, estende a tutto il 2022 le agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa a favore dei giovani under 36 dall’articolo 64, commi 6, 7, 8, 9 e 10 del D.L. 25 maggio 2021 n. 73 convertito con Legge 23 luglio 2021 n. 106.

Continua a leggere

Proroga delle agevolazioni per gli under 36 ultima modifica: 2022-01-02T08:30:34+01:00 da Redazione Federnotizie

Un anno di Federnotizie

Buon anno a tutti dalla redazione di Federnotizie. Come ogni anno questo è tempo di bilanci e di propositi. Cominciamo dai primi.

Abbiamo pubblicato, con una pausa ad agosto, ogni mercoledì e ogni venerdì alle 8.30 cercando di creare un’abitudine alla lettura.

Fuori dalla cadenza bisettimanale, abbiamo informato sulle novità urgenti per la categoria.

Per un totale di 123 articoli.

Da quando, nel 2015, abbiamo scommesso sull’online abbiamo conseguito questi numeri.

Resoconto Generale Numeri Federnotizie 2021

Dall’inizio di questa avventura le pagine visualizzate sono aumentate di quasi 8 volte e i visitatori oltre 11 volte. Il che, per una rivista che ha un target ben identificato e poco elastico, è un dato di grande soddisfazione.

Continua a leggere

Un anno di Federnotizie ultima modifica: 2022-01-01T08:30:56+01:00 da Redazione Federnotizie

Assemblee a distanza: si continua così fino a luglio

NOVITA'

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 309 del 30 dicembre 2021, il Decreto Legge 30 dicembre 2021 n. 228, portante Disposizioni urgenti in materia di termini legislativi, meglio conosciuto come Milleproroghe. Il decreto prevede, all’articolo 3, un’ulteriore proroga al 31 luglio 2022 del termine di cui all’articolo 106, comma 7 del Decreto Legge 17 marzo 2020 n. 18, convertito con modificazioni dalla Legge 24 aprile 2020 n. 27.

Questo il testo della norma: “Il termine di cui, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, relativo allo svolgimento delle assemblee di società ed enti, è prorogato al 31 luglio 2022.”

Si potrà pertanto proseguire ad applicare, per altri sette mesi, le disposizioni emergenziali previste dall’articolo 106 e quindi quelle in tema di voto elettronico e per corrispondenza, quelle relative al consenso scritto e alla consultazione in forma scritta per le società a responsabilità limitata, quelle relative al rappresentante designato per le società quotate. Continua a leggere

Assemblee a distanza: si continua così fino a luglio ultima modifica: 2021-12-31T10:30:44+01:00 da Redazione Federnotizie

L’ultima ispezione

The last one, l’ultima, l’ultima ispezione. Già: la mia pensione arriverà esattamente il 22 aprile 2022 (almeno spero) e quindi oggi l’ispezione 2018/2019 è praticamente l’ultima.

Appuntamento all’Archivio alle 13,30, parto dal mio ufficio e attraverso a piedi tutto il centro di Torino, la giornata tiepida e soleggiata è più simile a una ottobrata romana che a una novembrata torinese, ma il sole non basta a dissipare l’aria melanconica che ha la città semideserta, negozi chiusi temporaneamente o definitivamente, radi passanti, solo i riders sfrecciano di qua e di là, c’è un’aria di smobilitazione che in questo momento mi è del tutto congeniale, anche io sto quasi per smobilitare e l’ultima ispezione sembra segnare il tempo. Arriverò a ricordare con un pizzico di nostalgia anche le ispezioni? L’ansia delle prime volte?

di Grazia Prevete

Continua a leggere

L’ultima ispezione ultima modifica: 2021-12-29T08:30:16+01:00 da Redazione Federnotizie

Clausola penale illegittimamente tassata: Agenzia delle Entrate condannata a rifondere le spese

Nello scorso mese di aprile, a commento di una decisione della Commissione Provinciale di Milano, avevamo pubblicato un articolo di Chiara Grazioli che faceva il punto sull’autonoma tassabilità della clausola penale e l’avevamo corredato con alcuni esempi di ricorso.

Uno di questi ricorsi è stato ritenuto meritevole di accoglimento dalla decisione della Commissione Tributaria di Pesaro che pubblichiamo.

Della decisione colpisce la condanna alle spese inflitta all’Agenzia delle Entrate di Pesaro, ma anche la elementare lezione di diritto privato che l’estensore ha ritenuto di dover impartire di fronte a un avviso di liquidazione totalmente privo di fondamento.

La lezione impartita a noi notai è invece diversa e più sottile.

Essere dalla parte dello Stato per una corretta esazione e un puntuale pagamento dei tributi, è essenziale connotato del Notariato, ma significa anche non lasciare il cliente/cittadino/contribuente in balia di pretese senza fondamento solo perché la pretesa è di importo modesto e “non vale la pena ricorrere”. Continua a leggere

Clausola penale illegittimamente tassata: Agenzia delle Entrate condannata a rifondere le spese ultima modifica: 2021-12-24T08:30:14+01:00 da Redazione Federnotizie

Non punibilità per tenuità del fatto. Altre riflessioni in tema di procedimento disciplinare

È stato osservato che l’impiego dello strumento della “particolare tenuità” del fatto, previsto dall’art. 131 bis C.P., riportato in calce, ha la funzione di deflazionare il carico giudiziario ed è finalizzato a limitare l’uso della costosa gestione del processo tradizionale nei soli casi in cui ciò si renda veramente necessario.

L’istituto della non punibilità per particolare tenuità del fatto ovvero della “irrilevanza del fatto”, già conosciuto nell’ordinamento minorile e in quello della competenza del giudice di pace, deve essere tenuto distinto dalla c.d. “inoffensività del fatto”; quest’ultimo attiene alla totale mancanza di offensività del fatto che pertanto risulta privo di un suo elemento costitutivo e quindi in definitiva atipico e insussistente come illecito.

Diversamente l’istituto in questione presuppone un fatto tipico e pertanto costitutivo di un illecito da non ritenere punibile in ragione dei principi generali di proporzione e di economia processuale.

A cura di Arturo Brienza

Continua a leggere

Non punibilità per tenuità del fatto. Altre riflessioni in tema di procedimento disciplinare ultima modifica: 2021-12-10T08:30:49+01:00 da Redazione Federnotizie

Assemblee in teleconferenza oltre l’emergenza

Il Consiglio Notarile di Milano ha approvato la duecentesima Massima della commissione istituita per l’elaborazione di principi uniformi in tema di società, che qui pubblichiamo.

È una massima importante non solo perché il numero è tondo ma anche perché in qualche modo chiude, in prospettiva, il periodo delle assemblee emergenziali per aprire un periodo, a regime, nel quale le assemblee sempre più potranno sfruttare i vantaggi offerti dalle moderne tecniche di telecomunicazione.

Con tutta probabilità sarà una massima destinata a far discutere, ma nella discussione devono essere tenute ben presenti le parole della Ministra di Giustizia Marta Cartabia al recente Congresso Nazionale del Notariato.

“Ma proprio sulla pandemia vorrei fare una piccola riflessione. Anche in quella situazione, soprattutto nei momenti più drammatici, più bui, più chiusi di tutta la fase della pandemia voi notai avete rispettato il vostro dovere con dignità e onore, come dice la Costituzione, anche quando continuare a prestare il vostro servizio ha richiesto una grande abnegazione. Io ho apprezzato profondamente la flessibilità del notariato che, ancor prima degli interventi di emergenza, ha saputo reinventarsi, aprendo per esempio alla possibilità di organizzare le assemblee a distanza per le società di capitali e altri enti associativi. Un esempio della capacità di essere al servizio delle esigenze della collettività in modo assolutamente dinamico, moderno e sempre all’avanguardia.” Continua a leggere

Assemblee in teleconferenza oltre l’emergenza ultima modifica: 2021-11-26T14:53:09+01:00 da Redazione Federnotizie

Ancora sull’assemblea dei delegati alla Cassa. Il re è nudo, lo vogliamo rivestire?

Roberto Montali, consigliere di amministrazione della Cassa in rappresentanza di Marche ed Umbria, replica alla Tribuna Aperta (rubrica che ospita contributi esterni alla redazione) di Tommaso Del Freo pubblicata lunedì. Evidentemente l’argomento Cassa è molto caldo. Lo è perché le proiezioni demografiche mettono in discussione modelli previdenziali, non solo notarili, da tempo consolidati. Ma lo è anche perché, e ne va dato merito anche alla tavola rotonda dell’ultimo Congresso Nazionale, occorre rimettere in discussione il punto di equilibrio tra solidarietà e contribuzione, tra diritti acquisiti e principi costituzionali. La categoria, alla sua base, deve probabilmente colmare un deficit di conoscenza sui modelli previdenziali ed è per questo che sarà utile seguire oggi, alle 15, i lavori del webinar organizzato da Federnotizie cui è ancora possibile iscriversi gratuitamente

Il re è nudo, lo vogliamo rivestire?

Scrivo queste considerazioni per confutare dall’interno, visto che sono nel CdA della Cassa ed ero presente sabato a discussioni e votazioni Delegati, alcune cose dette e scritte, anche da questa testata, non rispondenti assolutamente a verità.

In particolare ci tengo a rassicurare il collega Del Freo e i lettori sulla inesattezza di alcuni suoi assunti pubblicati a votazione calda.

Si è letto di un Presidente despota e tiranno nei confronti del Consiglio da lui capeggiato. Assurdo, Giambattista Nardone, un galantuomo, è il naturale portavoce dell’idea dell’intero CdA; con il suo carattere e il suo carisma, ma quello che dice riassume il pensiero di tutti noi.

di Roberto Montali, Consigliere CdA Cassa Nazionale del Notariato

Continua a leggere

Ancora sull’assemblea dei delegati alla Cassa. Il re è nudo, lo vogliamo rivestire? ultima modifica: 2021-11-19T08:30:58+01:00 da Redazione Federnotizie

Brevi riflessioni sul voto dei delegati della Cassa Nazionale del Notariato

L’assemblea dei delegati della Cassa ha bocciato la proposta di riforma.

La decisione, probabilmente, non sanziona solo il merito della modifica ma anche il metodo con cui è stata presentata.

Come Notai, più di chiunque altro, conosciamo l’importanza della forma e sappiamo come una forma forte sorregga una causa debole.

In politica funziona ugualmente.

di Tommaso del Freo

Continua a leggere

Brevi riflessioni sul voto dei delegati della Cassa Nazionale del Notariato ultima modifica: 2021-11-15T08:30:11+01:00 da Redazione Federnotizie

Salary partner: la lettera di un giovane notaio

IncipitEgregi,
quando più di otto anni fa ero seduto alla scrivania del mio dominus di allora, ero un giovane laureando con tanti dubbi sul futuro – come tutti del resto.
Ricordo come fosse ieri le prime frasi di incoraggiamento ricevute, che riporto, testualmente.

“Se vuoi fare il notaio devi imparare a inca**arti; quando sarai notaio tutti vorranno pugnalarti alle spalle”.

Al primo obiettivo sto ancora lavorando, per l’indole zen di una persona che vive fra i cavalli.

Diversamente per il secondo punto.
Continua a leggere

Salary partner: la lettera di un giovane notaio ultima modifica: 2021-11-09T08:30:47+01:00 da Redazione Federnotizie

Brevi appunti sulla provenienza donativa di partecipazioni sociali

Speciale Federnotizie al Congresso 2021

Comincia oggi il primo, e speriamo ultimo, Congresso Nazionale del Notariato interamente telematico.

Difficile prevedere come sarà il dibattito, se la distanza favorirà o scoraggerà la discussione.

Da parte nostra nei mesi scorsi abbiamo toccato alcuni argomenti che speriamo saranno affrontati, diventando progetti del Notariato.

L’atto a distanza, la riforma del sistema contributivo e di governance della Cassa, la “liberalizzazione” dell’uso di lingue straniere negli atti notarili, una disciplina per il mandato in vista della futura incapacità e altro ancora.

Venerdì il corsivo redazionale che ha lanciato proposte per una riforma del sistema sanzionatorio e del procedimento disciplinare.

Oggi, con un articolo di Maria Grazia Trivigno, torniamo a occuparci di un tema che non dovrebbe essere divisivo, quello dell’abolizione dell’azione di restituzione. E lo facciamo attraverso un argomento sinora poco frequentato che riguarda le problematiche della circolazione di partecipazioni sociali con provenienza donativa.

Più volte dal Ministero di Giustizia sono giunte promesse di un radicale intervento sull’azione di restituzione (la riduzione dei termini di prescrizione sarebbe veramente ben poca cosa). Riflettere non solo sugli ostacoli alla circolazione dei beni immobili, ma anche a quelli delle partecipazioni sociali potrebbe servire ad aggregare sulla proposta il consenso dei ministeri economici.


Brevi appunti sulla provenienza donativa di partecipazioni sociali

Maria Grazia Trivigno, notaio

L’insofferenza verso il sistema codicistico di tutela dei legittimari vive una nuova stagione. Le criticità legate alla provenienza donativa si impongono infatti nella prassi quotidiana notarile con forza sempre maggiore e frequenza crescente anche con riguardo alle partecipazioni sociali.

Accade ormai spesso che l’acquisizione di family company da parte di fondi di private equity approdi al prevedibile scoglio costituito da precedenti trasferimenti a titolo di donazione aventi ad oggetto le partecipazioni della società target, siano esse azioni di S.p.A. o quote di S.r.l. Continua a leggere

Brevi appunti sulla provenienza donativa di partecipazioni sociali ultima modifica: 2021-11-04T08:30:32+01:00 da Redazione Federnotizie

Il mandato in vista della futura incapacità – Tecniche contrattuali in attesa di un’auspicabile riforma di Legge

Il Notariato ha (da sempre) tra le sue preziose qualità quella di saper guidare l’interpretazione delle norme, naturalmente ove possibile, verso un risultato che sia il più vicino possibile alle esigenze di una società che cambia con una velocità che il legislatore fatica a seguire.

Gli esempi sono numerosi ma quello delle assemblee in video conferenza aiuta a comprendere il concetto.

Il legislatore del 1942 aveva l’esigenza di regolare principalmente le incapacità dalla nascita, mentre oggi i progressi della medicina e della scienza hanno prolungato di molto l’aspettativa di vita di coloro per i quali l’incapacità è sopravvenuta per malattia o incidente.

È forte quindi la preoccupazione dei soggetti privati relativa all’amministrazione del proprio patrimonio nel periodo di incapacità e sentita l’esigenza che questa amministrazione possa avvenire senza condizionamenti, nei tempi e nelle scelte, da parte dell’autorità giudiziaria.

Il Convegno organizzato da Federnotizie lo scorso 14 maggio ha messo in luce la necessità di una duplice risposta a questo problema. Una risposta può essere data dal legislatore, e il Notariato dovrebbe essere di aiuto nella preparazione del testo normativo. Ma una risposta può essere anche data dalla prassi utilizzando gli strumenti già disponibili.

Pubblichiamo, a firma Clementina Binacchi e Federico de Stefano, una proposta operativa di soluzione.

Continua a leggere

Il mandato in vista della futura incapacità – Tecniche contrattuali in attesa di un’auspicabile riforma di Legge ultima modifica: 2021-10-08T08:30:52+02:00 da Redazione Federnotizie