Essere notaio: dal privilegio allo svantaggio

Notardilizia, ininfluencer

Il pericolo è il mio mestiere

Sono Antonio Di Lizia, notaio in Potenza, o quel che ne resta.

Quel che mi sono trovato a desiderare, nella mia precedente vita (prima di essere Notaio), pur essendo animato da malcelate ambizioni artistiche o creative, era di avere un lavoro tranquillo, autonomo, una posizione socialmente rispettata e, perché no, soddisfacente dal punto di vista economico.

Avevo una laurea in giurisprudenza, conseguita non senza fatica – (come usavo dire mi sono laureato in quattro e quattr’otto …anni) – e la possibilità, quindi, di intraprendere molte carriere; nella pubblica amministrazione, nell’avvocatura, in magistratura. Oppure entrare in banca, cosa che scartai sul momento, malgrado le pressioni della mia mamma che avrebbe preferito un posto sicuro, subito.

Avevo escluso di entrare in polizia perché, all’epoca, per fare il commissario ci voleva un limite di altezza che io sfioravo, con un certo ottimismo, ma che non bastava; mi pare che il limite fosse fissato a un metro e sessantacinque, e io, anche con un mazzo di carte nei calzini, sotto il tallone, arrivavo a un metro e sessanta. Le cose, poi, sono cambiate, nel senso che sono state ammesse anche le donne, con un’altezza minima di un metro e sessantuno, comunque fuori dalla mia portata e non solo per un fatto di genere. Come vedremo, però, malgrado la mancanza dei requisiti fisici, per molti versi, mi sono trovato obbligato, come tutti voi, a svolgere le stesse funzioni, ma anche di rango meno elevato e con meno prerogative garantiste. Ma non vorrei svelarvi anzitempo dove voglio andare a parare, atteso che anche per fare il portiere non ciò il fisico. Non sono all’altezza.

Continua a leggere →

Notai, antiriciclaggio, collaborazione e dignità

a cura di Alessandro Torroni

I notai sono pubblici ufficiali che, per delega ricevuta dallo Stato, attribuiscono pubblica fede a operazioni giuridiche realizzate dai privati. È stato detto che il notaio consente l’incontro della volontà delle parti con l’ordinamento giuridico.

I notai fin dall’anno 1985 hanno ricevuto dallo Stato l’incarico di eseguire controlli di natura tecnica, coadiuvando l’attività della pubblica amministrazione.

Dall’anno 1985 è stato previsto l’obbligo di indicare, per dichiarazione della parte alienante, negli atti notarili di trasferimento immobiliare, i provvedimenti edilizi (concessione edilizia, permesso di costruire, condono edilizio in itinere, ecc.) che legittimano una costruzione, con conseguente onere per la categoria di formarsi in un settore del diritto (normativa edilizia) che esulava dalle sue competenze.

Continua a leggere →

Banca Dati Antiriciclaggio: qualche domanda per il CNN

Il decreto-legge 18 ottobre 2023, n. 145, convertito dalla L. 15 dicembre 2023, n. 191 (in G.U. 16/12/2023, n. 293) in vigore dal 17 dicembre 2023, riporta all’art. 2-bis, introdotto in sede di conversione, una norma già stralciata dalla legge di Bilancio 2024.

L’art. 2-bis in questione modifica il decreto legislativo 21 novembre 2007 n. 231 (Attuazione della direttiva 2005/60/CE concernente la prevenzione dell’utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo nonché della direttiva 2006/70/CE che ne reca misure di esecuzione), inserendo il nuovo art. 34-bis rubricato “Banche dati informatiche presso gli organismi di autoregolamentazione”.

Il nuovo articolo introduce la possibilità per gli organismi di autoregolamentazione (gli ordini professionali, tanto per capire meglio) di istituire una banca dati informatica centralizzata di documenti, dati e informazioni acquisiti dagli iscritti in occasione dell’adeguata verifica della clientela.

Continua a leggere →

Tornando a casa… semiCronaca del semiCongresso semiOnlain di semiFedernotai – semi2020

Tornando a casa… che avevo detto che non tornavo per pranzo, perchè impegnato con il congresso di Federnotai. E infatti non posso tornare e mi morirò di fame, forse posso rimediare con un modesto cestino da asporto, collo obtorto.

E’ appena terminato in Congresso onlai di Federnotai, oltre 650 iscritti, 350 collegati sulla piattaforma, più piatta che in forma.

Alle 9 e 30 spaccate, circa alle 10 e 10, si è dato inizio con l’intervento del Presidente Giovanni Liotta, dopo qualche esitazione iniziale è comparso il Presidente Ezio Leotta, e molti sono entrati in confusione, il collegamento ne ha risentito e tanti hanno gridato al furto d’identità. I due Presidenti, past e post, invece, in pieno accordo, al contrario degli omologhi americani, hanno accettato di rimandare le elezioni previste durante il congresso: non si sono fidati del voto a distanza, per timore di brogli e irregolarità, hanno avuto perplessità per l’accertamento della identità dei votanti, non potendosi accertare, vieppiù, il luogo dell’avvenuta votazione, pena la perdita della territorialità che deve restare limitata alla competenza delle Corti di Appello, senza appello.

Il Presidente Giuliani, nel frattempo, scalpitava per non dire la sua e infatti non l’ha detta. Al contrario del Presidente Nardone che, appena entrato in video, ha cassa…to la piattaforma che è andata in crash, e se n’è andato ad approvare il bilancio della Cassa, promettendo di ritornare se, a sua volta la Cassa non fosse andata in crash. Molti, soprattutto quelli vicino alla pensione, hanno gridato in coro “e che crash”, ma non si è sentito niente perchè i microfoni erano silenziati.

Continua a leggere →

Convention 2020 – Workshop Antiriciclaggio

Notariato Convention 2020

Con qualche minuto di ritardo, terminati i saluti istituzionali e previo intermezzo pubblicitario di Notartel su Notbox, prende l’avvio il workshop dal titolo “Dialogo con l’UIF: evoluzione dell’antiriciclaggio tra dinamiche europee e nuove sfide del digitale”.

Dirige i lavori Vincenzo Gunella che, dopo i saluti di rito, illustra le tematiche che propone di presentare insieme agli altri componenti della Commissione Antiriciclaggio.

Continua a leggere →

Prevenzione di fenomeni di criminalità finanziaria connessi con l’emergenza da COVID-19: il nuovo documento dell’UIF

a cura di Marco Krogh, notaio in Mugnano di Napoli

L’epidemia da coronavirus ha comportato non solo una grave crisi sanitaria ma anche una crisi economico-finanziaria di vaste proporzioni con code che si trascineranno nei prossimi anni.

La crisi in atto ha generato un clima di allarme non solo sulle carenze sanitarie, ma anche sul rischio che criminalità organizzata e delinquenza comune possano trarre profitto e lucrare sia dall’impoverimento e dallo stato di necessità che ha colpito cittadini e mondo dell’impresa, sia dall’appropriazione e distrazione delle risorse pubbliche che lo Stato intende erogare per far fronte alle carenze di liquidità e per far ripartire l’economia.

Continua a leggere →

Ruolo del Notariato: quali lezioni dal recente parere della Procura Nazionale Antimafia?

a cura di Cesare Licini, notaio in Pesaro

Sembra di poter affermare oggi con una certa sicurezza che tutti i competenti apparati dello Stato italiano, dalla Banca d’Italia alla Guardia di Finanza alla Direzione nazionale Antimafia, attraverso l’efficienza del Notariato nell’applicazione delle prescrizioni antiriciclaggio (cfr infra, nota 3) e la credibilità così acquisita sul campo giorno dopo giorno, abbiano maturato la convinta consapevolezza che esso è una struttura non fungibile nel sistema dell’ordine pubblico economico, e addirittura necessaria e non rinunziabile per il successo degli obiettivi.

Continua a leggere →

Procura Nazionale Antimafia e Antiterrorismo: occorre il controllo rigoroso del notaio

L‘emendamento (con il relativo subemendamento) che assegnava ad avvocati e commercialisti la possibilità di autenticare le cessioni e gli affitti d’azienda è stato ritirato. Dopo il parere contrario del  Dipartimento per gli  Affari Giuridici e Legislativi del Ministero della Giustizia è arrivato anche il parere negativo del Procuratore Nazionale Antimafia e Antiriciclaggio.

Continua a leggere →

La normativa antiriciclaggio: pillole di novità tra vecchia e nuova disciplina

a cura di Laura Piffaretti, notaio in Lecco
e Sara Carioni, notaio in Fara Gera d’Adda

L’entrata in vigore del D.Lgs. 90/2017 di recepimento della Quarta Direttiva comunitaria si accompagna, come ormai noto, a importanti novità nell’operare quotidiano del professionista, che si vede chiamato ad abbandonare certi lidi sicuri (uno per tutti: l’esonero apodittico dagli obblighi di adeguata verifica per gli istituti di credito) per approcciare agli obblighi antiriciclaggio con uno sguardo “a tutto tondo” e con una sempre maggiore consapevolezza del cd. “approccio basato sul rischio” in vista della cd. “mappatura del rischio”.

Continua a leggere →

Antiriciclaggio: decreto di recepimento della IV Direttiva. Cosa cambia?

a cura di Laura Piffaretti

Il Decreto Legislativo n. 90 del 25 maggio 2017 di recepimento della IV Direttiva UE in materia di antiriciclaggio (Direttiva n.2015/849) è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.140 del 19 giugno 2017 (entrata in vigore del provvedimento: 4 luglio 2017).

Il decreto in oggetto (per una precisa scelta legislativa in tal senso) riscrive integralmente, anziché emendarlo, il D. Lgs. n.231/2007.

Continua a leggere →