Legge di Bilancio 2018 e voluntary disclosure

La legge di Bilancio 2018 contiene la previsione di una nuova voluntary disclosure per le somme detenute all’estero da cittadini italiani (articolo 5-septies Decreto Legge 16 ottobre 2017, n. 148, convertito in Legge 4 dicembre 2017, n. 172).

Le nuove disposizioni si applicano ai soggetti fiscalmente residenti in Italia ovvero i loro eredi, che posseggano, alternativamente, i seguenti requisiti:

  • soggetti precedentemente residenti all’estero;
  • iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE);
  • che abbiano prestato la propria attività lavorativa in via continuativa all’estero in zona di frontiera o in Paesi limitrofi.

Continua a leggere →

Inventario di cassetta di sicurezza e Voluntary Disclosure

INVENTARIO DI CASSETTA DI SICUREZZA NELL’AMBITO DELLA PROCEDURA EX L. 186/2014 (“VOLUNTARY DISCLOSURE”)

Numero … di Repertorio                                                                   Numero … di Raccolta

REPUBBLICA ITALIANA

L’anno duemilaquindici il giorno … del mese di novembre alle ore … e minuti … in … nei locali blindati della Banca … in Via …

Davanti a me Dottor … Notaio con sede in …, iscritto nel Ruolo dei Distretti Notarili Riuniti di …

E’ COMPARSO

XX nato a … il … e residente in … codice fiscale: …

Detto Comparente, dell’identità personale del quale io Notaio sono certo, senza i testimoni perchè non necessari per legge nè richiesti.

Premesso

Continua a leggere →

La “Voluntary Disclosure” nell’attività notarile

a cura di Daniela Riva

Sommario: 1. “Voluntary Disclosure”: brevi cenni2. Competenza notarile in tema di verbali di inventario “non ordinati dalla legge” e di verbali di constatazione (verbale di apertura di cassetta di sicurezza)3. Operatività della disciplina antiriciclaggio nella “Voluntary Disclosure4. Tassazione del verbale di apertura di cassetta di sicurezza.

1. “Voluntary Disclosure” – brevi cenni

In un contesto in cui l’evasione fiscale è perseguita in maniera sempre più risoluta, anche attraverso il potenziamento, la razionalizzazione e l’allargamento dei meccanismi di scambio di informazioni fiscali, si colloca la Legge 15 dicembre 2014 n. 186, che ha introdotto la possibilità per il contribuente di regolarizzare le violazioni “fiscali” commesse fino al 30 settembre 2014 relative ad attività finanziarie e patrimoniali costituite/detenute all’estero (collaborazione volontaria internazionale, finalizzata all’emersione spontanea dei capitali detenuti illecitamente all’estero) nonché le violazioni c.d. “domestiche” (collaborazione volontaria nazionale, tesa a consentire a tutti i contribuenti, e non solo a coloro che hanno commesso illeciti fiscali internazionali, il ripristino della legalità fiscale).

Continua a leggere →