Capacità di agire e di testare. La valutazione diagnostica a protezione del Cliente e del Notaio 1/3

a cura del Dott. Andrea Lomi [1]

La relazione tra il Notaio e il suo Cliente si è modificata profondamente nel corso degli ultimi decenni.

Un tempo il Notaio conosceva i suoi clienti, talvolta ne frequentava alcuni anche per motivi extraprofessionali, aveva contezza dei loro beni, dei loro affari e delle loro volontà testamentarie poiché si rivolgevano a lui più volte nel corso della vita.

Continua a leggere →