Gli acquisti dei Comuni dopo il 1° gennaio 2014

Dalla lettura sistematica della normativa stratificatasi tra il 2011 ed il 2013[1], si possono ricavare i seguenti principi in pillole:

* il vero e proprio divieto di acquisto è scomparso (risultava circoscritto all’anno 2013).

* dal 1° gennaio 2014 resta fermo solo il comma 1 ter in base al quale, quando un Comune acquista deve:

  • comprovare documentalmente, con attestazione contenuta nella determina del Responsabile del Procedimento, che l’acquisto abbia le caratteristiche della indispensabilità e indilazionabilità;
  • far attestare la congruità del prezzo dalla Agenzia del Demanio;
  • dare notizia, sul proprio sito internet istituzionale, delle predette operazioni con indicazione del soggetto alienante e del prezzo pattuito.

Continua a leggere →