Inizia il Congresso: gli interventi di Giuliani, Sironi, Kohler, De Llano e Casellati

Congresso Nazionale del Notariato 2018 - Roma

Si sono inaugurati oggi i lavori del 53° Congresso Nazionale del Notariato, con la presenza, durante la prima giornata, di rappresentanti della politica e della categoria notarile. Di seguito pubblichiamo i resoconti dei primi cinque interventi della cerimonia inaugurale.

CESARE FELICE GIULIANI, Presidente del Comitato Esecutivo del Congresso

Cesare Giuliani – Presidente del Comitato esecutivo del Congresso – inizia ricordando che occorre non scambiare la certezza del dato informatico con quella a tutto campo. Siamo in un contesto che ci mette sempre più a  confronto con intelligenze artificiali complesse ed evolute e che richiede una decisione di etica e di utilità dello sviluppo tecnologico: il diritto prevede il rispetto della legge e la comprensione della volontà espressa dalle parti. Ciò comporta che non sia possa perseguire uno uso sfrenato e incondizionato dell’informatica: gli stessi pionieri dell’informatica ci misero in guardia contro i rischi dello sviluppo telematico. Continua a leggere

Inizia il Congresso: gli interventi di Giuliani, Sironi, Kohler, De Llano e Casellati ultima modifica: 2018-11-08T19:01:43+01:00 da Redazione Federnotizie

Accesso: intervista al Consigliere Nazionale Enrico Maria Sironi

Enrico Maria Sironi, Consigliere Nazionale, responsabile del settore propositivo del CNN, risponde ad alcune domande sulla riforma dell’accesso.

– Riprendiamo il discorso sull’accesso già affrontato da Federnotizie per chiedere qual è lo stato dell’arte relativamente alla riforma e in particolare quali sono gli obiettivi del Consiglio Nazionale del Notariato?

Sugli obiettivi di una riforma dell’accesso alla professione non possono esserci, né ci sono dubbi in seno al CNN: l’interesse tutelato è quello di garantire che i giovani che superano il concorso siano preparati non solo sul piano scientifico-culturale, ma complessivamente come professionisti, capaci di affrontare la sfida a 360 gradi, quindi anche sul piano organizzativo, relazionale (con i clienti) e deontologico. Si tratta di un interesse che accomuna i futuri colleghi, la categoria, lo Stato ed i cittadini, in coerenza anche con l’art.6 del DPR 137/2012 (riforma delle professioni), secondo il quale “Il tirocinio consiste nell’addestramento, a contenuto teorico e pratico, del praticante, ed è finalizzato a conseguire le capacità necessarie per l’esercizio e la gestione organizzativa della professione”. Continua a leggere

Accesso: intervista al Consigliere Nazionale Enrico Maria Sironi ultima modifica: 2015-02-03T16:12:42+01:00 da Alessandra Mascellaro