L’abuso del diritto: collocazione sistematica e impianto definitorio (seconda parte)

a cura di Marco Chiostrini

Sommario: 1. Collocazione sistematica, impianto definitorio e disciplina; 2. L’essenzialità del vantaggio fiscale; 3. L’assenza di sostanza economica; 4. Responsabilità e funzione notarile – casistica e ipotesi.

1. Collocazione sistematica, impianto definitorio e disciplina

Come noto, l’istituto in discorso[1] è stato introdotto nel nostro ordinamento dall’articolo 1 del D. Lgs. 128 del 5 agosto 2015.

Tale articolo aggiunge alla legge 27 luglio 2000, n. 212[2] un nuovo articolo  10 bis, in evidente (e quasi polemica) situazione di simmetria col precedente articolo 10; quest’ultimo, infatti, tratta (della tutela) dell’affidamento e della buona fede del contribuente; l’articolo 10 bis con ovvia contrapposizione sistematica, disciplina le attività “abusive”[3] del contribuente dirette a conseguire risparmi fiscali indebiti.

Continua a leggere →