Voluntary Disclosure bis

Con il D.L. 22-10-2016 n. 193 “Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili”, pubblicato sulla Gazz. Uff. del 24 ottobre 2016, n. 249 (in vigore dal 24 ottobre 2016), come modificato dalla Legge di Stabilità 2017, nel testo approvato dal Senato (Legge di conversione 1 dicembre 2016 n. 225), si riaprono i termini per la voluntary disclosure, la speciale procedura di collaborazione volontaria che consente ai contribuenti il ripristino della legalità con il Fisco.

Viene fissato, quale termine ultimo per la presentazione dell’istanza di voluntary, quello del 31 luglio 2017.

Continua a leggere →

L’inventario quale atto giuridico volontario e la sua utilità

La redazione degli inventari in ambito civile e commerciale è attività notarile di lunga tradizione per cui uno scritto in materia può apparire di poco interesse, ma qualche spunto “contemporaneo” a riguardo può forse essere di stimolo per ulteriori riflessioni sia di natura civilista che fiscale.

L’inventario si pone come ricognizione fedele di beni, rectius, attività e passività, tramite l’attività di verbalizzazione di un pubblico ufficiale e la relativa valutazione per mezzo dell’attività di uno stimatore.

Continua a leggere →

La “Voluntary Disclosure” nell’attività notarile

a cura di Daniela Riva

Sommario: 1. “Voluntary Disclosure”: brevi cenni2. Competenza notarile in tema di verbali di inventario “non ordinati dalla legge” e di verbali di constatazione (verbale di apertura di cassetta di sicurezza)3. Operatività della disciplina antiriciclaggio nella “Voluntary Disclosure4. Tassazione del verbale di apertura di cassetta di sicurezza.

1. “Voluntary Disclosure” – brevi cenni

In un contesto in cui l’evasione fiscale è perseguita in maniera sempre più risoluta, anche attraverso il potenziamento, la razionalizzazione e l’allargamento dei meccanismi di scambio di informazioni fiscali, si colloca la Legge 15 dicembre 2014 n. 186, che ha introdotto la possibilità per il contribuente di regolarizzare le violazioni “fiscali” commesse fino al 30 settembre 2014 relative ad attività finanziarie e patrimoniali costituite/detenute all’estero (collaborazione volontaria internazionale, finalizzata all’emersione spontanea dei capitali detenuti illecitamente all’estero) nonché le violazioni c.d. “domestiche” (collaborazione volontaria nazionale, tesa a consentire a tutti i contribuenti, e non solo a coloro che hanno commesso illeciti fiscali internazionali, il ripristino della legalità fiscale).

Continua a leggere →