Ministro Bonafede: “Avanti con le riforme”

Alfonso BonafedeCome sappiamo quest’anno il Congresso del Notariato è stato “sostituito” dalla Convention e, in quella sede, il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede si è giustamente limitato ai saluti istituzionali; a noi sembrava però essenziale conoscere (e far conoscere) il pensiero del nostro Ministro di riferimento su alcuni importanti temi di interesse per la categoria, soprattutto in questo difficile periodo.

Ringraziamo quindi il Ministro per aver accettato la nostra intervista realizzata da Antonio Teti e Domenico Chiofalo.


A causa dell’emergenza sanitaria in corso, il “sistema giustizia” ha reagito approntando metodi che consentissero lo svolgimento di udienze a distanza. L’articolo 106 del Decreto Cura Italia ha confermato la possibilità per il notaio di verbalizzare le assemblee delle società tenutesi in video-conferenza con la sua sola sottoscrizione. Ministro, Lei ritiene che si possa avviare un rapido percorso legislativo che permetta, almeno durante questa fase di emergenza, di stipulare anche atti notarili negoziali a distanza (tema su cui la categoria è divisa), così salvaguardando la certezza e la speditezza dei traffici giuridici?  

Continua a leggere

Ministro Bonafede: “Avanti con le riforme” ultima modifica: 2020-11-18T11:46:31+01:00 da Antonio Teti

Dalla revisione della disciplina in materia successoria all’equo compenso, l’intervento del Guardasigilli al Congresso del Notariato 2019

Congresso Nazionale del Notariato 2019 - Firenze

Intervenendo al 54° Congresso Nazionale del Notariato il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede si dichiara onorato di potersi confrontare con i notai sul tema della “Legalità al centro, per crescere nel rispetto della Legge”, prescelto come tema del Congresso stesso.

Il ministro sottolinea come non possano esistere percorsi di crescita socialmente equa e duratura se non nel rispetto della legalità. La Giustizia non si trova soltanto negli uffici giudiziari, come spesso si è portati a ritenere, ma insita nella garanzia e nel rispetto delle regole ed entra nell’aula del giudice solamente nel caso di mancato rispetto delle norme. Continua a leggere

Dalla revisione della disciplina in materia successoria all’equo compenso, l’intervento del Guardasigilli al Congresso del Notariato 2019 ultima modifica: 2019-11-07T20:37:53+01:00 da Annalisa Annoni

La voce della della politica al 53° Congresso del Notariato

Congresso Nazionale del Notariato 2018 - Roma

Nella seconda parte del pomeriggio del 53° Congresso Nazionale del Notariato prendono la parola i rappresentanti del Governo. Di seguito trovate i resoconti dei loro interventi del Presidente del Consiglio e del Guardasigilli.

GIUSEPPE CONTE, Presidente del Consiglio dei Ministri

Giuseppe ConteIl Presidente del Consiglio Conte, dopo i saluti di rito, evidenzia come l’odierna partecipazione dei Ministri al congresso notarile sia segno della vicinanza e attenzione alla nostra professione.

Sottolinea il ruolo strategico del notaio e il superamento della concezione che lo riduce a mero funzionario che si limita a recepire le dichiarazioni delle parti.

Il notaio svolge, infatti, sia una funzione preventiva del contenzioso sia una funzione di interprete qualificato nell’applicazione del diritto, suggerendo soluzioni giuridiche valide nell’interesse di tutte le parti. Continua a leggere

La voce della della politica al 53° Congresso del Notariato ultima modifica: 2018-11-08T19:50:32+01:00 da Redazione Federnotizie

Registri pubblici digitali: le nuove proposte del Notariato

Congresso Nazionale del Notariato 2017

di Andrea Sala, Francesco Santopietro e Antonio Teti 

La seconda tavola rotonda della mattinata, nel secondo giorno del 52° Congresso Nazionale del Notariato di Palermo, ha come titolo “Registri pubblici digitali: le nuove proposte del Notariato”.

Il primo intervento è di Maurizio Ferraris, Ordinario di Filosofia teoretica presso l’Università di Torino. Riprende il concetto della necessità dell’intermediazione. Fa presente che la società da sempre si basa su documenti. Il documento è l’esito del passaggio dall’oggetto fisico al mondo sociale. Nel senso che, per esempio, il bene “casa”, oggetto fisico, tramite un documento diventa “di proprietà”, oggetto sociale. La realtà sociale, però, deve essere documentata. Ferraris evidenzia come oggi tutti abbiano uno smartphone e producano documenti multimediali. Negli ultimi venti anni, infatti, il telefono ha cessato di essere solo telefono ed è moltissime cose, anche una banca, in America anche un passaporto. C’è una produzione infinita e multimediale di documenti. Continua a leggere

Registri pubblici digitali: le nuove proposte del Notariato ultima modifica: 2017-10-13T16:13:58+02:00 da Redazione Federnotizie