IL PRO…CESSO (ULTIMAPPUNTATA)

IL PRO…CESSO
Der Prozess pro…scheißhaus

(chiappa?)

Storia fantastica appuntate

ULTIMAPPUNTATA

Riassunto dell’appuntate precedenti: Richard K. è accusato dal CNM (Cartello Nazionale Malcelato) e posto in stato di arresto, sebbene in libertà, per crimini non meglio chiariti (primappuntata).
Qualche giorno dopo, di domenica, si tiene l’udienza nel cesso posto nel sottotetto di un lugubre palazzo, dove Richard K. tenta di difendersi dalle accuse in modo scomposto e senza apprezzabili risultati.
Richard K, ancora ignaro delle sue colpe, cerca di capire il perchè del processo. Stabilisce il record mondiale di ricopiatura virtuale di ricevute e intuisce che la sua colpa è quella di lavorare troppo. Il CNN (Cartello Nazionale Malcelato) vara controlli a tappeti e mantelli a ruota, coinvolgendo il sovrintendente del casellario dei diritti del malato al quale viene chiesto di scatenare l’infermo. Si incappa in un disguido telefonico (terzappuntata).
Il sovrintendente, sebbene sano, si dà malato. Richard K. sfruttando le sue innumerevoli piattaforme, con l’aiuto dell’avv. Goodmorning G., inoltra una segnalazione all’Associazione Gestione Contenziosi Mostruosi (di cui non si fornisce l’acronimo, trattandosi di dati sensibili) (quartappuntata).

“Questi sono pazzi!!” ghignò divertito Jag R. il direttore generale dell’Associazione Gestione Contenziosi Mostruosi (di cui non si fornisce acronimo, trattandosi di dati sensibili), con ciò anticipando irritualmente le risultanze dell’istruttoria al suo esame a seguito della segnalazione di Richard K.
Nei suoi occhi apparivano evidenti lampi (e tuoni) di follia, e tanto tuonò che piovve, governo ladro.
Non era vaccinato, indi, preso anche lui da un attacco di performanza acuta, scrisse ininterrottamente pagine e pagine virtuali per dimostrare un’evidenza che si era già fatta strada nella sua mente ossessionata.
Era posseduto.
“Il segnalante ha segnalato. Il segnalato è segnato” andava delirando, in preda a orribili tremiti e vomitando turpiloqui irripetibili, in austro-ungarico, in napoletano stretto e in meneghino, con voce oltretombale, che ricordava, preoccupantemente, la fisiognomica di K.
Si potevano distinguere, a fatica, alcune parole slegate da ogni tassonomia logica che riportiamo solo per dovere di cronaca, dissociandoci apertamente per l’offesa che dovessero procurare alle persone più sensibili.
I deboli di stomaco possono, a questo punto, abbandonare la lettura, non assumendo responsabilità per la crudezza delle immagini che rischiano di evocare paura e terrone.
“Sperequazzione”, “monitoraggio”, “libberalizzazzione”, “tarriffa”, “scolonnamento”, “scrinning”, con rispetto ripetendo.

Fu chiamato urgentemente il sovrintendente Miller M. che si era già occupato con successo di risolvere altri casi difficili di possessione.
Arrivò trafelato brandendo il sigillo. Trovò Jag R. sul letto sfatto, orribilmente stravolto, in posizione oscena, con la testa che ruotava sul collo, mentre continuava nelle sue oltraggiose oscenità, vomitando una sostanza verde.
Gli si parò di fronte in tutta la sua autorevolezza opponendogli il siggillo e gridò con tutta la forza del suo timbro tenorile:
“ESCI DA QUESTA PIATTAFORMA…ESCI DA QUESTA PIATTAFORMA”
Jag R., come un infame rise di scherno e, in un crogiuolo di idiomi austroungaricinapoletanmeneghini, eruttò: “sheiss, fangul strunz, và a dà i ciapp bauscia”. Un fulmine lo colpì di striscio, rimbalzando addosso a Miller M. che svenne e sbinghiò esanime sul plancito. Aveva assunto, così, su di sé ogni colpa. Un sacrificio meritevole di ogni merito, anche se non se lo meritava affatto.

Il volto di Jag R. si distese e riprese la sua originaria espressione da irresponsabile.
Rientrato in sé, scrisse poche e chiare parole sulla vexata questio che, pur non essendo esaustive, ma solo indicative, qui di seguito si riportano, con esonero da ogni responsabilità al riguardo:

“P.Q.M.
l’Associazione Gestione Contenziosi Mostruosi (di cui non si fornisce acronimo, trattandosi di dati sensibili) definitivamente (si fa per dire) pronunciando:

In primis dichiara la propria incompetenza(!): che c’entriamo noi nei cazzi vostri;
In secundis segnala al segnalante garbatamente: ma come cazzo ti è venuto in mente di chiamarci a noi? A ‘sto punto potevi rivolgerti all’ente per la protezione tassonomica delle magnolie nipponiche;
In terzis secondo il noto brocardo che “per fare dispetto al capostazione, si è strazzato il biglietto” condanna il segnalante a segnalare l’apertura e la chiusura del passaggio a livello incustodito nel comune di Purgstall an der Erlauf, in Bassa Austria, nella regione del Mostviertel;
In quartis condanna il CNM (Cartello Nazionale Malcelato) al pagamento di una multa di svariati milioni di euro, così…senza una ragione, perchè è un’associazione di gende che lavora e chi lavora fa im…presa per il culo.”
Con rispetto parlando.

FINE

Le circostanze ed i fatti narrati costituiscono una pura determinazione della tassonomia degli organigrammi – delle procedure per la pubblicazione e per la nomenclatura – digitalizzazione del programma di pubblicazione.
Si tratta di un esercizio normativo dal quale è possibile comprendere che chi vuol intendere intenda, fermo restando che intende a suo rischio e pericolo. Con esonero da ogni responsabilità per uffici erogatori e persone addette. Distinti e cordiali saluti, estensibili in famiglia.

Non si esclude il ritorno.

Digiprove sealCopyright secured by Digiprove
IL PRO…CESSO (ULTIMAPPUNTATA) ultima modifica: 2018-03-16T15:04:08+00:00 da Antonio di Lizia