Concorso: prova d’esame, correzioni e promozioni. Parla un commissario (2019)

In occasione del Congresso Nazionale di Torino, riproponiamo un ulteriore contributo sul tema dell’accesso alla professione, questa volta, però, di un commissario di concorso e pubblicato da Federnotizie nel 2019. Un punto di vista molto utile per il dibattito intorno alla riforma del Notariato.


Accesso alla professione: riflessioni di un commissario di concorso

Abstract: Il racconto di Gianluca Sicchiero, avvocato e professore di Diritto Privato all’Università Cà Foscari di Venezia, riflette sull’avventura del concorso notarile dal punto di vista dei commissari, sottolineando le sfide legate alla preparazione dei compiti scritti. La necessità di segretezza e imparzialità impedisce alle commissioni di predisporre i temi in anticipo, costringendole a lavorare intensamente fin dalle prime ore del giorno dell’esame. Nonostante gli sforzi, alcuni candidati mostrano lacune significative nella comprensione pratica delle materie giuridiche, manifestando errori evidenti nei loro elaborati. Le prove orali rivelano ulteriori carenze, evidenziando l’importanza di una pratica effettiva nel campo notarile per preparare adeguatamente i candidati. Il commissario suggerisce una soluzione al problema dell’accesso ai concorsi: perché non è il notaio ad attestare le competenze acquisite dal suo praticante, garantendo così una formazione più completa e una selezione più accurata dei futuri notai?

Leggi l’articolo completo:


Vuoi ricevere una notifica ogni volta che Federnotizie pubblica un nuovo articolo?

Iscrivendomi, accetto la Privacy Policy di Federnotizie.

Attenzione: ti verrà inviata una e-mail di controllo per confermare la tua iscrizione. Verifica la posta in arrivo (e la cartella Spam) e conferma la tua iscrizione, grazie!