L’evoluzione del certificato di agibilità dei fabbricati e la prassi notarile

Il concetto di abitabilità degli edifici fa ingresso nel nostro ordinamento con l’art. 221, primo comma, del regio decreto 27 luglio 1934, n° 1265 (testo unico delle leggi sanitarie), secondo il quale gli edifici urbani o rurali, o parti di essi, di nuova costruzione, oppure già esistenti ma oggetto di ricostruzione o sopraelevazione, ovvero di modificazioni che comunque possono influire sulle condizioni di salubrità, non possono essere abitati senza autorizzazione del podestà, il quale la concede quando, previa ispezione dell’ufficiale sanitario o di un ingegnere a ciò delegato, risulti che la costruzione sia stata eseguita in conformità del progetto approvato, che i muri siano convenientemente prosciugati e che non sussistano altre cause di insalubrità.

di Paolo Tonalini notaio

Continua a leggere

L’evoluzione del certificato di agibilità dei fabbricati e la prassi notarile ultima modifica: 2019-05-15T10:45:13+02:00 da Redazione Federnotizie

Lo stallo decisionale in ambito societario e la “Russian Roulette Clause”

Accade di frequente che due soggetti decidano di intraprendere un’attività economica in comune, ripartendo il capitale sociale in misura paritetica tra loro e spesso affiancando alla partecipazione al capitale anche un coinvolgimento diretto nella gestione dell’impresa, ad esempio nominando un Consiglio di Amministrazione composto da un numero paritetico di membri, nominati pro quota, oppure entrando essi stessi a far parte dell’organo amministrativo.

Una società così strutturata è destinata a funzionare fino a quando gli azionisti concordino sulle strategie aziendali. In caso però di dissidio insanabile, il rischio è che la società entri in una situazione di stallo (quello che gli anglosassoni comunemente definiscono “deadlock” – punto morto).

Diventa allora importante non solo prevedere l’eventuale situazione di contrasto, ma anche contemplare e regolamentare possibili rimedi per uscire dalla situazione di stallo, al solo scopo di preservare la funzionalità e la continuità dell’impresa. Continua a leggere

Lo stallo decisionale in ambito societario e la “Russian Roulette Clause” ultima modifica: 2018-09-04T10:57:05+02:00 da Gabriella Quatraro

Deposito del prezzo e di altre somme presso il notaio (clausole generali).

E’ in corso di pubblicazione, a cura della Redazione, un manuale operativo sul “Deposito Prezzo”, suddiviso in due parti, una generale di inquadramento e una con casi pratici, possibili prassi operative e relative proposte di clausole. Questo è l’Indice: indice.

Dopo aver pubblicato l’articolo Deposito prezzo e contratto preliminare di Daniela Riva pubblichiamo in anteprima (e visibile a tutti) uno degli articoli della seconda parte che saranno contenuti nel manuale.

Formule esemplificative (clausole generali)

di Luca Iberati Continua a leggere

Deposito del prezzo e di altre somme presso il notaio (clausole generali). ultima modifica: 2018-04-17T10:14:52+02:00 da Redazione Federnotizie

Deposito prezzo: un’opportunità da non perdere

Nel generale scoramento provocato dalla nuova disciplina sul conto dedicato introdotta dalla l. 124/2017, davvero poca attenzione è stata dedicata all’istituto del deposito prezzo. Forse perché, da obbligatorio che era nel testo originario della l. 147/2013, è stato derubricato a meccanismo meramente facoltativo, destinato a operare solo “se … richiesto da almeno una delle parti e conformemente all’incarico espressamente conferito” (così il nuovo comma 63, lett. c, l. 147/2013). Continua a leggere

Deposito prezzo: un’opportunità da non perdere ultima modifica: 2017-10-10T07:07:40+02:00 da Matteo Mattioni

L’escrow agreement e il ruolo del notaio

Gabriella Quatraro e Ruben Israel

Sempre più di frequente accade che venga richiesto al notaio, spesso in ragione della sua qualifica di pubblico ufficiale incaricato della stipula di un atto, ma pure di soggetto terzo imparziale e quindi, con attività solo occasionata da una stipula, anche futura, di supportare le parti nell’esecuzione degli accordi tra loro sottoscritti, al precipuo scopo di svolgere una funzione di garante.

Spesso l’attività per la quale si chiede l’intervento del notaio non riguarda nello specifico un atto da lui rogato o che sarà oggetto del suo ministero, ma si affianca in modo però autonomo al contratto principale, seppure a questo connesso. Continua a leggere

L’escrow agreement e il ruolo del notaio ultima modifica: 2017-06-05T06:25:38+02:00 da Redazione Federnotizie

Il patto marciano nei contratti di finanziamento alle imprese: clausole per i trasferimenti a scopo di garanzia

a) Introduzione

Scopo del presente contributo é quello di proporre, tralasciando ogni trattazione teorica, alcune possibili clausole per la redazione degli atti di trasferimento di diritti reali immobiliari a garanzia di finanziamenti concessi alle imprese, secondo la disciplina prevista dall’articolo 48 bis Decreto Legislativo 1 settembre 1993 n. 385, introdotto dall’articolo 2 comma 1 Decreto Legge 3 maggio 2016 n. 59 convertito con modificazioni dalla Legge 30 giugno 2016 n. 119.[1]

Occorrono tuttavia due precisazioni.

La prima é che si tratta di clausole relative a una norma di recente introduzione che necessita di ulteriori approfondimenti da parte della dottrina.

La seconda è che, contrariamente a quanto avviene in una trattazione teorica in cui ci si può limitare ad illustrare le differenti possibili interpretazioni di una norma, la redazione di clausole impone di effettuare scelte nette, anche in presenza di dubbi interpretativi. Continua a leggere

Il patto marciano nei contratti di finanziamento alle imprese: clausole per i trasferimenti a scopo di garanzia ultima modifica: 2017-05-03T06:38:06+02:00 da Michele Laffranchi

Assegnazione agevolata di beni ai soci

Repertorio N.                                                Raccolta N.

ASSEGNAZIONE AGEVOLATA DI BENI AI SOCI MEDIANTE DISTRIBUZIONE DI RISERVE DI UTILI

REPUBBLICA ITALIANA

Il giorno …. in … e nel mio studio,

Innanzi a me Dr. …, Notaio iscritto al Ruolo del Distretto Notarile di …, residente in … con studio alla via …

SONO PRESENTI Continua a leggere

Assegnazione agevolata di beni ai soci ultima modifica: 2016-07-23T15:16:47+02:00 da Valentina Rubertelli

Scioglimento di società e assegnazione beni – schema di atto

Repertorio n. _____ Raccolta n. ______

SCIOGLIMENTO CON LIQUIDAZIONE DI SOCIETA’ IN ACCOMANDITA SEMPLICE ED ASSEGNAZIONE DI BENI AL SOCIO

REPUBBLICA ITALIANA

Il giorno ______ dell’anno duemilasedici _____________

In ______, alle ore ______ Avanti a me dottor ______, Notaio in ______, iscritto nel Collegio Notarile di ______, è comparso:

– XX YY, cittadino italiano, nato a Berlino (Germania) il ______, residente in ______ Berlino – Germania (EE), ______, codice fiscale n. ______  il quale interviene al presente atto sia in proprio, sia in qualità di socio accomandatario e legale rappresentante della società Continua a leggere

Scioglimento di società e assegnazione beni – schema di atto ultima modifica: 2016-02-15T06:41:06+02:00 da Carmelo Di Marco

Piccola proprietà contadina (PPC) e Imprenditore agricolo professionale (IAP) – clausole

Estensione delle agevolazioni della PPC anche al coniuge o ai parenti in linea retta del Coltivatore diretto o IAP, a condizione:

• che l’acquisto sia a titolo oneroso;

• che siano conviventi con il Coltivatore Diretto o lo IAP;

• di essere già proprietari di terreni agricoli.

Non è necessario che siano iscritti alla gestione previdenziale dell’INPS

La novità normativa è consultabile al seguente link https://www.federnotizie.it/4595-2/ Continua a leggere

Piccola proprietà contadina (PPC) e Imprenditore agricolo professionale (IAP) – clausole ultima modifica: 2016-01-06T16:07:06+02:00 da Valentina Rubertelli

Detrazione del 50% dell’IVA per acquisto immobili in classe A o B – clausola

NOVITA'Sull’acquisto effettuato dal 1° gennaio al 31 dicembre 2016 di abitazioni di classe energetica A o B, cedute da imprese costruttrici, scatta la detrazione IRPEF del 50% dell’IVA versata sul corrispettivo d’acquisto ed è ripartita in dieci quote costanti nell’anno in cui sono state sostenute le spese e nei nove periodi d’imposta successivi.

Non è prescritto un limite temporale alla applicazione di detta detrazione, quindi si ritiene che si applichi in tutti i casi in cui la vendita sia soggetta ad IVA, cioè sia qualora avvenga nei 5 anni dalla fine lavori, sia dopo i 5 anni e l’impresa eserciti l’opzione per l’assoggettamento ad IVA.

La norma parla solo di imprese costruttrici ma è auspicabile una interpretazione costituzionalmente orientata che estenda il trattamento di favore anche alle imprese “ristrutturatrici”.

La presente clausola fa riferimento alla novità normativa consultabile al seguente link https://www.federnotizie.it/4595-2/ Continua a leggere

Detrazione del 50% dell’IVA per acquisto immobili in classe A o B – clausola ultima modifica: 2016-01-06T16:06:29+02:00 da Valentina Rubertelli

Agevolazioni prima casa e imposta di registro – clausole

NOVITA'Nel quadro della disciplina dell’agevolazione sull’acquisto della «prima casa» (imposta di registro 2% + imposte ipo – catastali fisse), contenuta nella nota II-bis all’art. 1 della tariffa, parte prima, allegata al dpr n. 131/86, viene introdotta una nuova previsione che ha l’intento di agevolare l’accesso al tratta­mento dì favore anche a chi è già in possesso di un’abitazione acquistata con i benefici fiscali, purché questa venga alienata entro un anno cd “di grazia”.

Si propone un testo di clausola con riferimento alla novità normativa pubblicata al seguente link https://www.federnotizie.it/4595-2/ Continua a leggere

Agevolazioni prima casa e imposta di registro – clausole ultima modifica: 2016-01-06T16:05:52+02:00 da Valentina Rubertelli