Antitrust, Consiglio di Notarile di Milano e funzione di vigilanza. Invasione di campo?

Il direttore di Federnotizie, Alessandra Mascellaro, intervista il Presidente del Consiglio Notarile di Milano, Arrigo Roveda, in merito alla vicenda che – a seguito di un servizio pubblicato da “L’Espresso” nel dicembre 2016 – ha coinvolto il Consiglio Notarile di Milano stesso (e  tutto il notariato).

Approfondimenti:

  • segnaliamo il link dove potrete leggere il servizio de “L’Espresso” e ascoltare la registrazione della conversazione tenuta presso lo studio professionale del notaio Paolo De Martinis con il Sovrintendente dell’Archivio notarile di Milano: “Il notaio abbassa le tariffe? I suoi colleghi lo processano“;
  • la delibera adottata dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato in data 11 gennaio 2017 di avvio dell’istruttoria nei confronti del Consiglio Notarile di Milano: Istruttoria 803

L’intervista è stata girata lunedì 16 gennaio 2017.

Il Consiglio Notarile di Milano in una nota diffusa alle agenzie di stampa il 17 gennaio 2017  ha replicato in modo deciso all’istruttoria aperta dall’Agcm rigettando ogni addebito e sollecitando l’intervento “del Ministro di Giustizia perché ribadisca la sua esclusiva autorità gerarchica sui Consigli Notarili nello svolgimento da parte degli stessi dello specifico compito di vigilanza ad essi attribuito dalla legge nell’interesse della collettività e si adoperi per ripristinare il corretto equilibrio dei poteri di ciascuna Autorità dell’Ordinamento“: COMUNICATO STAMPA.pdf

La rideterminazione del valore delle partecipazioni societarie – Anno 2017

Con la legge stabilità 2017, art. 1, c. 555, legge 11 dicembre 2016 n. 232 è stata riproposta la possibilità di affrancamento delle plusvalenze relative a partecipazioni societarie (non negoziate in mercati regolamentari) applicando, come nel periodo di imposta 2016, un’aliquota unica (pari all’8%) sia per le partecipazioni qualificate che per le partecipazioni non qualificate (nel 2015, invece, erano previste due distinte aliquote: il 4% per le

partecipazioni non qualificate, ai sensi dell’articolo 67, comma 1, lettera c-bis, del Testo unico delle imposte sui redditi DPR. 917/1986, e l’8% per le partecipazioni qualificate, ai sensi dell’articolo 67, comma 1, lettera c), del Testo unico delle imposte sui redditi DPR. 917/1986). Continua a leggere

La reintroduzione delle agevolazioni fiscali per i trasferimenti di fondi rustici nei territori montani

La norma

Art. 1, c. 47, legge 11 dicembre 2011 n. 232

  1. All’articolo 10, comma 4, del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, sono aggiunte, in fine, le seguenti parole: «, e delle disposizioni di cui all’articolo 9, secondo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 601»

Continua a leggere

Rassegna di giurisprudenza tributaria – II semestre 2016

di Raffaele Trabace

Una disamina, con brevi commenti, di recenti decisioni della Corte di Cassazione su temi fiscali di nteresse notarile.

  1. IMPOSTA DI REGISTRO

1.1. AGEVOLAZIONI “PRIMA CASA”

Residenza della famiglia. Tizio e Caia, coniugi in regime di comunione legale dei beni, acquistano una “prima casa” nel Comune Alfa, impegnadosi a trasferire la residenza in detto Comune entro 18 mesi. Continua a leggere

La rideterminazione del valore dei terreni – Anno 2017

Con la legge stabilità 2017, art. 1, c. 554, legge 11 dicembre 2016 n. 232 è stata riproposta la possibilità di affrancamento delle plusvalenze relative a terreni

edificabili o agricoli, alle condizioni già previste per l’anno 2016 e quindi con l’aliquota dell’imposta sostitutiva pari all’8% (si tratta della stessa aliquota già in vigore negli anni di imposta 2015 e 2016 e quindi raddoppiata rispetto agli anni di imposta sino al 2014; sino al 2014 infatti l’aliquota applicata era pari al 4%).

Pertanto, sulla base delle nuove disposizioni, si potranno affrancare, sino al 30 giugno 2017, i terreni posseduti alla data del 1 gennaio 2017 e ciò pagando l’8% del valore del terreno stesso alla data 1 gennaio 2017 risultante da apposita perizia da effettuarsi entro il 30 giugno 2017. Continua a leggere

Assegnazioni, cessioni e trasformazioni agevolate – Anno 2017

L’art. 1, c. 115 della legge 28 dicembre 2015 n. 208 (legge di stabilità per il 2016) prevede una serie di agevolazioni fiscali connesse alle operazioni di assegnazione o cessione ai soci di beni immobili (diversi da quelli strumentali per destinazione) o di beni mobili iscritti in pubblici registri non utilizzati come beni strumentali nell’attività propria dell’impresa ovvero di trasformazione nella forma di società semplice delle società che hanno per oggetto esclusivo o principale la gestione dei predetti beni.

La scadenza originariamente prevista per avvalersi di dette agevolazioni risultava fissata al 30 settembre 2016. Continua a leggere